In un momento storico in cui tutti comunichiamo, la realizzazione di un sito deve permettere al cliente di distinguersi. In questa WebSite Story vi raccontiamo gli elementi utilizzati per realizzare il sito di Pier Paolo Iacopini, sassofonista e docente.

 

Vorrei un sito. Mai come ora la risposta a questa richiesta è stata così a portata di mano. Gli strumenti in nostro possesso sono moltissimi, a basso costo e facili da utilizzare e gestire.
Allora in cosa, oggi, una Web Agency si distingue da un qualsiasi occasionale fornitore di siti web? Per spiegarvelo vi racconterò il percorso che abbiamo compiuto per realizzare il sito di un saxofonista: Pier Paolo Iacopini.

Comincio con il dire che Pier Paolo aveva già un sito, regolarmente funzionante. Realizzato circa 10 anni fa, ai nostri occhi non aveva difetti fisici, ma era come guardare un carretto trainato da un cavallo in una strada di New York, simpatico se devi fare una passeggiata in un parco al tramonto, totalmente disfunzionale nella vita di tutti i giorni.
Conoscendo Pier Paolo da molti anni sono riuscita a convincerlo che un sito nuovo non è solo un fatto di aggiornamento tecnologico, ma è il luogo dove potrà raccontare se stesso e la sua musica avendo la possibilità di esprimerne la complessità. Il mio compito e quello del team di Scriptaimago è stato quello di realizzare un ambiente in cui ogni piano comunicativo (immagini, colori, font, musica, video, parole e informazioni) fosse un modo per rappresentare la storia, il presente e il futuro del nostro cliente e della sua musica. Ma vediamo come:

1. Strategia
strategia-150x150La prima domanda a cui dobbiamo rispondere è: “quali sono gli obiettivi di questo sito?”. Le risposte possono essere molto diverse, ma è importante che il nostro cliente sappia che ogni scelta dovrà rispondere a due esigenze di base: visibilità e posizionamento. Un sito che non risponda a questi due requisiti è uno spreco di soldi e di tempo, esso è un luogo di comunicazione e non si può ignorare che ogni forma di comunicazione necessita di un pubblico, di interlocutori per il dialogo e di essere rintracciabile in ogni sua parte. Inoltre, gli obiettivi di visibilità e posizionamento, sono alla base di molte delle scelte tecniche, grafiche, di contenuto e sono anche due fattori “misurabili” in termini numerici che definiscono la qualità del lavoro e delle scelte fatte.

2. Template in WordPress
wordpress-150x150I template disponibili sono moltissimi, alcuni gratuiti e altri no, la scelta di quello “giusto” è importante quanto costruire le fondamenta di un palazzo. Deve essere solido e pensato per soddisfare le esigenze del momento, ma anche quelle future. Deve essere testato prima di cominciare il lavoro ed eventualmente deve essere oggetto di intervento da parte degli sviluppatori, lì dove riscontriamo dei difetti oppure per adeguarlo a esigenze specifiche.

 

3. Navigabilità
navigazione-150x150Un template non deve essere solo affidabile e flessibile, ma deve rispondere in modo contemporaneo alle esigenze di comunicazione. La navigabilità deve tener conto delle innovazioni tecnologiche, dei device utilizzati dagli utenti e dell’evoluzione della comunicazione. Deve metterci in condizione di proporre al cliente soluzioni creative e gradevoli, ma allo stesso tempo deve rispondere alle esigenze dei visitatori di accedere alle informazioni in modo semplice. Il tutto tenendo presente che ogni visitatore è anche un “comunicatore” e quindi un fruitore critico del nostro sito, non più un soggetto passivo come lo era fino a dieci anni fa.

4. Grafica
grafica-150x150E’ uno dei fattori meno presidiati nella realizzazione di un sito, ma uno degli elementi che concorrono a renderlo unico. Lo studio del colore e dei font deve rispondere a criteri di originalità, congruenza con il contenuto e fruibilità. Colori e font sono elementi in continua evoluzione e la loro scelta determina, per esempio, il grado di contemporaneità (a volte innovazione) della nostra comunicazione.

 

 

5. Immagini
immagini-150x150Un’immagine parla a tutti, indipendentemente dalle differenze linguistiche. E’ un elemento di immediatezza che “cattura” e l’utilizzo di immagini dai tanti archivi a disposizione, senza che esse vengano elaborate e adattate al contesto, è una scelta di stile che rischia di far sembrare il vostro sito simile a tanti altri. La scelta di foto originali, realizzate da un fotografo professionista, sono come un vestito fatto solo per voi: difficilmente si dimentica.

 

6. Contenuti
contenuti-150x150Il Content Marketing è una delle parole chiave del 2014. Ogni contenuto va elaborato in modo che risulti chiaro e che utilizzi un linguaggio che si avvicini il più possibile a quello umano. Ogni contenuto, inoltre,  deve avere caratteristiche di originalità, deve raccontare chi siete attraverso ciò che fate. Inoltre, ogni pagina o articolo deve essere realizzata secondo criteri che facilitino il lavoro dei motori di ricerca nel trovarli e posizionarli. Quello dei contenuti è un lavoro artigianale, fatto per durare nel tempo.

 

7. Il blog
blog1-150x150E’ la parte “viva” di un sito, il suo apparato circolatorio. A differenza dei contenuti più istituzionali, che devono avere caratteristiche di concretezza e stabilità, il blog è movimento: il punto di incontro, ascolto e dialogo con i visitatori del sito, ma anche la possibilità di farvi conoscere come persone e come esperti del vostro settore. Attraverso il blog si costruisce la storia di un’attività, qualunque essa sia, condividendo esperienze, idee, opinioni; è un modo per mettersi costantemente in gioco all’interno della relazione con i vostri clienti o con chiunque sia interessato. E’ il luogo delle idee, in continua trasformazione.

8. Social Networking
social-networking-150x150Un sito che non sia collegato con altre piattaforme di comunicazione (Facebook, Linkedin, Twitter, You Tube, Pinterest, etc etc) o che non permetta di condividere i propri contenuti è “fuori dal mondo”, un pianeta che non fa parte di alcuna costellazione. Un sito che rinunci a questa dimensione, o che non preveda di svilupparla in futuro, rinuncia a frequentare i luoghi dove le persone oggi trascorrono il loro tempo, parlano, si confrontano, condividono le proprie idee e raccontano – almeno in parte – la propria storia. Rinunciare a tutto questo comunica implicitamente il proprio disinteresse verso le persone.

9. Hosting e SEO
hosting-e-seo-150x150Due elementi poco conosciuti e, quindi, sottovalutati. I server che ospitano il vostro sito devono avere caratteristiche di affidabilità e sicurezza sia per i vostri dati che per chiunque venga a visitarlo, ma non basta. Essi devono essere gestiti con competenza e attenzione. Non meno importante è il SEO: ovvero tutte quelle attività finalizzate a ottenere la migliore rilevazione, analisi e lettura del sito web da parte dei motori di ricerca. Si tratta di due fattori di successo per un sito, spesso “ignorati” da clienti e fornitori occasionali di siti web. La gestione del funzionamento di un sito prevede anche un costante aggiornamento del template e dei plugin utilizzati, oltre a una manutenzione periodica.

10. Cliente
cliente-150x150I clienti non sono tutti uguali, anzi direi che anche quando la richiesta sembra simile (“vorrei un sito“) nella sostanza nessuna realtà è uguale a un’altra, quindi non può che essere raccontata in modo diverso fino ad arrivare all’unicità. La riuscita di quello che definirei il nostro intento primario è però possibile in misura proporzionale alle resistenze del cliente, agli stimoli e ai suggerimenti. Tanto più il cliente collabora in modo critico ma non invasivo, anche a costo di dover reinterpretare in modo nuovo per lui tutta la sua attività, tanto più il risultato sarà unico, in caso contrario il nostro lavoro viene sostanzialmente deprivato della sua valenza qualitativa e diventa meccanico.

Ovviamente non ho lo pretesa di aver esaurito l’argomento, anche perché la realizzazione di un sito è il risultato di un lavoro di team, dove operano professionisti con competenze diverse tra loro e complementari, che devono riuscire a relazionarsi internamente in modo armonico e sempre funzionale, oltre ovviamente a mantenere una relazione ricettiva e propositiva verso il cliente. Ma non è tutto. Ognuno dei nostri ambiti di intervento è in costante evoluzione e tra i nostri compiti primari c’è quello di essere sempre aggiornati e di sperimentare sempre diverse forme comunicative (infografiche, graphic card, visual storytelling, etc etc).

Un ultimo pensiero vorrei dedicarlo ai costi di un sito. Qualsiasi fornitore può realizzare un sito per qualsiasi prezzo, anche pochissime centinaia di euro, semplicemente rinunciando ad alcuni degli elementi di questo elenco. Non è difficile, anche se è una scelta che ha un “costo”.  

 

Se ti è piaciuto, condividilo...

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata